Progetti

Che cosa abbiamo fatto e cosa c'è ancora da fare in Italia

Dove lavoriamo > Italia > Report

• Report Progetti in Italia / Annuale 2016

Progetto Futura

Avviato “Giovani donne: che impresa!”, corso di orientamento gratuito all’avvio di impresa a Roma, rivolto a 15 donne tra i 20 e i 30 anni. Tra le partecipanti:
• Una ragazza ha avviato una produzione di zafferano.
• Un’altra ha lavorato per finalizzare l’avvio di un punto ristorazione di prodotti vegani.
• Un gruppo di tre donne stanno mettendo in produzione una piccola casa editrice per libri per bambini.

Sportello Antiviolenza Online Online

Il servizio ha continuato ad essere utilizzato con periodi di maggiore e minore affluenza.
• 1.865 Visite.
• 26 Nuove iscritte.
• 9 Conversazioni sul forum.

Progetto Piccoli Ospiti

Il Progetto si è svolto presso la casa rifugio dell'Associazione Prospettiva Donna onlus di Olbia (Sardegna).
• 20 incontri finanziati ne “La Bottega magica” (ludopedagogia lo sviluppo emotivo dei minori e recupero traumi), per 8 bambini e bambine vittime di violenza assistita.

Campagna #maipiuinvisibile

Fondi raccolti nel 2015 con la campagna #maipiuinvisibileper permettere ai centri antiviolenza e alle case rifugio di poter coprire le spese di attività e gestione.
Hanno usufruito dei finanziamenti nel 2016:
• Prospettiva Donna di Olbia (58 colloqui con le 20 ospiti della Casa, 21 colloqui con utenti del Centro, 69 colloqui telefonici).
• Associazione Telefono Donna di Potenza (57colloqui con le 11 ospiti della Casa, 21 colloqui con utenti del Centro, 69 colloqui telefonici).
• CeDav-Centro Donne Anti Violenza di Messina (Lavori di ristrutturazione e adeguamento di un locale).
• Centro Renata Fonte di Lecce (Spese dallo staff e di accompagnamento; 167 accessi al Centro, 266 colloqui telefonici, 231 colloqui personali, 128 consulenze e sostegno legale, 230 consulenze e sostegno psicologico, 28 accompagnamenti presso strutture ospedaliere, 112 accompagnamenti presso il Tribunale e le Forze dell’Ordine, 75 testimonianze in Tribunale e presso gli uffici delle Forze dell’Ordine.

Sostegno a vittime familiari di Femminicidio

Fondazione Pangea, da alcuni anni, ha preso in carico la copertura delle spese in un caso di femminicidio.
• Spese legali, per il lungo iter in tribunale.
• Spese mediche, per la ricomposizione psicologica del trauma che vede coinvolti non solo il figliodi due anni, al quale il padre ha ucciso la madre, ma anche la famiglia del fratello della donna assassinata che se ne è fatto carico.

Advocacy

Percorso di visibilità e istituzionalizzazione di Pangea sul tema donne, empowerment, violenza sulle donne-stereotipi di genere, donne nei luoghi di conflitto.
Attività più rilevanti svolte con partecipazione a:
• Osservatorio Nazionale per la scrittura del nuovo piano antiviolenza, nominato e convocato a settembre 2016.
• Tavolo per la riscrittura del piano di azione nazionale sulla UNSCR1325 “Donne, Pace e Sicurezza” presso il CIDU-MAE.
• Tavola di consultazione sulla scrittura del rapporto ombra sulla CEDAW nel coordinamento della società civile.
• Workshop di rilievo nazionale e internazionale in merito alla violenza sulle donne e la Convenzione di Istanbul.

.

Scarica [QUI il pdf] del report dei Progetti in Italia / Annuale 2016.