Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

 


TEST "RICONOSCERE LA VIOLENZA"


Prova anche tu a rispondere alle domande del test "Riconoscere la violenza".
Leggi attentamente le domande, rifletti e rispondi a tutte con sincerità.
Alla fine del test risulterà, dalla somma del punteggio delle tue risposte, un “profilo di violenza” che stai vivendo o che hai vissuto sulla base del quale ti verranno dati consigli e indicazioni utili su cosa è opportuno fare. Il test è totalmente anonimo, la tua privacy pertanto è tutelata.

Progetti

Violenza: ti salvi se la riconosci. Un test per riuscirci

News dai progetti > Italia

luglio 2014

Non sempre è facile riconoscere la violenza domestica. In termini generali essa può essere identificata con “l’uso deliberato della forza allo scopo di esercitare un controllo totale sulla propria partner per poterne manipolare i comportamenti”, ma è sbagliato associare la violenza domestica contro le donne, solo all’aggressione fisica: essa si può manifestare in altre forme meno evidenti, come ad esempio il maltrattamento psicologico, quello sessuale e quello economico che, per le donne che ne sono vittime e anche per i loro figli/e, sono ugualmente devastanti.

La violenza domestica è molto diffusa e frequente, ma allo stesso tempo è quella più taciuta e nascosta. È molto doloroso, per una donna, riconoscere di essere vittima di violenza e molto triste ammettere che la persona nella quale hai depositato la tua fiducia sia quella che ti maltratta. Le implicazioni affettive ed emotive che caratterizzano il rapporto di coppia e quelli famigliari rendono difficile ammettere di stare subendo violenza.

Generalmente la violenza fisica, la più evidente, è preceduta da una serie di azioni di maltrattamento psicologico messe in atto sistematicamente, a volte per anni, allo scopo di denigrare la donna, per ledere e schiacciare la sua autostima.

È molto difficile, a quel punto, per una donna cercare aiuto. Ci sono donne che si vergognano per ciò che sta accadendo loro, che si convincono di essere il problema e perfino che i maltrattamenti siano meritati. È per questo motivo che molte donne preferiscono mantenere il silenzio sulla loro situazione che si può prolungare nel tempo privandole di preziosi anni di vita che nessuno potrà mai restituire loro.

Ciascuna donna reagisce alla violenza domestica in modo diverso, ma tutte le vittime indistintamente soffrono della situazione di isolamento e indifferenza sociale che circonda questo fenomeno, alimentando in loro la paura di non essere credute e il disorientamento dovuto alla mancanza di riferimenti su che cosa fare e a chi rivolgersi per trovare un aiuto.

Le conseguenze della violenza domestica possono essere molto gravi. Le possibilità di evitare un’escalation, che spesso mette a repentaglio la loro vita e quella dei loro figli/e, dipende molto dalle risposte che le donne incontrano nel momento in cui decidono di chiedere aiuto all’esterno, spesso dopo aver tentato di tutto per cercare di risolvere la situazione da sole.

Fondazione Pangea vuole mettere a disposizione delle donne che non hanno ancora riconosciuto la violenza della quale possono essere vittime, uno strumento che le aiuti a interpretare i segnali attraverso i quali si manifestano comportamenti violenti da parte del partner, mettendole in condizione di riconoscere gli abusi di cui sono vittime e di reagire a tali situazioni rivolgendosi al più vicino Centro Antiviolenza per intraprendere il percorso di uscita da questa spirale perversa, sentendosi affiancate da operatrici esperte e preparate.

Si tratta di un semplice test disponibile anche online, anonimo e riservato grazie al quale sarà possibile verificare se esistono condizioni di violenza e il cui scopo è quello di rendere maggiormente consapevoli le donne che rispondono alle domande della loro condizione e dei rischi che questa comporta.

Il controllo, l’isolamento, la denigrazione e le minacce sono spesso solo l’inizio di una spirale che può avere esiti tragici. Questo test può essere un utile strumento per cercare aiuto per tutte quelle donne che vivono situazioni di maltrattamento all’interno della coppia e vogliono uscire allo scoperto, rompere il silenzio e cominciare a riprendere in mano pienamente la loro vita.

Fondazione Pangea Onlus