Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

 


Sostieni i progetti di Pangea in India


Pangea

L'india. L'incontro con le persone

Video > India > Diario di viaggio

Oggi è l'ultimo giorno e, seguendo un rito già vissuto ma mai consumato, mi incammino per raccogliere gli ultimi gesti. Al mercato trovo la mano ferma che porta la lama a tagliare la scorza. L'altra lo porge e lo sguardo la segue. Sembra solo un cocco ma è vita.

Hanifa è disabile ed è seduta per terra ma la dignità del suo quotidiano la pone su un trono.

Osservo Sumaia, è delicata. Nella penombra intreccia i capelli di una figlia che è un dono. Una mano di lei sale lenta, sfiora il volto come un soffio. E' una carezza desiderata a lungo e, oggi, trovata.

Il muretto è li perché l'acqua versata dal cielo, durante il monsone, non allaghi il piccolo laboratorio di sartoria, che Pangea ha allestito in uno spazio non idoneo. Se avremo i soldi cercheremo un altro posto meglio posizionato ma, le donne, non lo chiedono perché hanno dovuto scavalcare il muro della disconoscenza e il cemento non le ferma.

A casa di Subi trovo il gesto familiare della conta di banconote ma c'è vita in quell'attimo e non speculazione perché è microcredito.

Ho 51 anni ed è da quando ne avevo 15 che ho i capelli lunghi. Sono una scelta, non una moda. Catturano i sogni e li tengono vicini perché io non li dimentichi. Ne voglio trovare uno realizzato e rido mentre Mariam pone mano alla forbice per accorciarmeli.

Hanifa, Sumaia, Subi e Mariam insieme a migliaia di altre donne sono parte della quotidianità di Fondazione Pangea e il loro sorriso è la mia, nostra forza.

Di un viaggio conservo i gesti e il mio viaggio, come quello di chiunque voglia seguirci con la voglia di fare, è il viaggio nella vita che Pangea fa ogni giorno percorrendo, a piccoli passi, un cammino lungo che non ha l'ambizione di cambiare il mondo ma la vita di qualcuno si.

L'ultimo, ma mai ultimo mio gesto, è un abbraccio per loro e per tutti voi che racchiude la certezza e la promessa di un presto ritrovarci.

Voce: Luca Lo Presti, Presidente Fondazione Pangea Onlus
Fotografia: Ugo Panella
Music: Chris Zabriskie
Video by Antonio Lemma alterastudio.it