Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

Pangea

Le persone di Fondazione Pangea

Chi siamo > Staff e contatti

Luca Alberto Lo Presti
Presidente e Fondatore

l.lopresti@pangeaonlus.org

Nato a Milano nel 1963, da quasi 30 anni vive viaggiando tra la gente con l’intento di comprendere a fondo la cultura dei popoli. A metà anni novanta si concentra sulle violazioni dei diritti umani, fondando il Coordinamento Sud Asia della Sezione Italiana di Amnesty International.

Viaggia in Asia e paesi caucasici, concentrandosi maggiormente sulle problematiche di India, Pakistan, Afghanistan e Nepal e nel luglio del 2002 fonda Fondazione Pangea Onlus per intervenire in situazioni di post emergenza per fare progetti di sviluppo partendo dalle donne, in assoluto i soggetti sempre più discriminati, ma anche più in grado di reagire, di far ripartire la vita. Si reca regolarmente nei Paesi in cui Pangea lavora.

.

Simona Lanzoni
Vice Presidente e Responsabile dei Programmi

s.lanzoni@pangeaonlus.org

Romana del '72, laureata in Scienze Politiche, esperta in questioni di genere, diritti delle donne e microfinanza, lavora a tutto tondo nel campo della progettazione, della organizzazione e implementazione dei Programmi di Fondazione Pangea e nello sviluppo di network e realizzazione di attività o eventi o ricerche ai fini di creare una nuova cultura del diritto.

.

Luigi Restelli
Vice Presidente

l.restelli@pangeaonlus.org

Da sempre, cioè dal 1961, legge sistematicamente tutto ciò che gli capita sotto gli occhi, dai bugiardini a Saramago. Incline alla noia, lo interessa ciò che è diverso da sé stesso, sempre alla ricerca di nuove idee, nuovi mondi, nuovi modi di vivere e di resistere. Giornalista per scherzo nel passato, si occupa di strategia di comunicazione per professione. Attivo nel non profit da molti anni, per indole e passione, le sue energie si dividono tra Pangea, di cui è socio fondatore, e le persone più importanti e più emozionanti della sua vita: sua moglie e i suoi due figli.

. .

Silvia Redigolo
Responsabile gestione donatori e Ufficio stampa

s.redigolo@pangeaonlus.org

Classe 1982. Dopo diverse esperienze di volontariato, conosce la neonata Fondazione Pangea Onlus e, condividendone la mission, ne diventa attivista. Dopo infiniti banchetti al freddo e al gelo o sotto un sole cocente, nel 2004 entra a far parte dello staff occupandosi di "scartoffie" e della gestione dei donatori privati. Si dice che "i soldi non facciano la felicità..." ma per le donne beneficiarie dei nostri programmi ogni singolo euro donato si trasforma in un'opportunità per cambiare la propria vita. E per lei, ogni euro donato dai nostri sostenitori è segno tangibile della fiducia nelle attività di Pangea e nel suo lavoro.

.

Paolo Riva
Responsabile contenuti web e socialnetwork

p.riva@pangeaonlus.org

Brianzolo di nascita, torinese d’adozione. Laureato in Scienze Politiche ma lavorativamente applicato, da sempre, in altri campi. Appassionato di viaggi, storia e archeologia industriale. Impegnato in attività di volontariato fin dagli anni ’90, come attivista del Movimento Umanista, in campi quali la nonviolenza attiva, la democrazia diretta, la multietnicità e i diritti dei migranti. Dal 2008 lavora presso Fondazione Pangea in qualità di grafico, webmaster, e co-responsabile nella gestione dei social network.

.

Ugo Panella
Fotoreporter

www. ugopanella.it

Inizia la professione di fotogiornalista alla fine degli anni ‘70, durante la guerra civile in Nicaragua e, più tardi, nel Salvador e in Guatemala.

La passione per la fotografia d’impegno civile lo ha portato in vari luoghi del mondo dove il quotidiano è spesso scandito dalla violenza e dal poco rispetto per la dignità umana. Ha raccontato la vita negli slum di Nairobi e quella dei senzatetto del Cairo, dove un milione di esseri umani vivono tra le tombe del più grande cimitero della città; delle ragazze sfigurate dall’acido solforico in Bangladesh, delle prostitute bambine, della fatica di centinaia di uomini che al largo della Birmania smantellano le navi da cargo arenate sulla spiaggia.

Il suo lavoro lo ha portato, tra l’altro, in Albania, Palestina, Argentina, Bolivia, India, Sri Lanka, Filippine, Oman, Somalia, Etiopia, Sierra Leone, Sud Africa, Afghanistan e Iraq, realizzando reportage per magazine italiani ed esteri.

Nel 2009 si aggiudica Il Premio Eugenio Montale per il Fotogiornalismo – Fuori di Casa/Sconfinando – per l’impegno civile che sempre ha ispirato la sua fotografia di denuncia. Nello stesso anno inizia la sua avventura con Pangea, accompagnandoci ogni volta che siamo in viaggio per testimoniare la vita delle donne nel mondo.